Passa ai contenuti principali

Secondo uno studio recente, gli albergatori immaginano la tecnologia di settore nel 2020 simile a quella di dieci anni fa

  Pubblicato il in Comunicati stampa

The Hotel Industry of 2020

Lo studio condotto da Peter O’Connor, IDeaS, Revinate e SiteMinder mostra come i progressi in programma per il futuro nell’ambito della tecnologia alberghiera siano esigui.

 

Sebbene per il 2020 gli albergatori prevedano clienti altamente sofisticati e “digitali”, le loro idee riguardo alle necessità tecnologiche di settore sembrano rimanere ferme ai primi anni 2000. Questo è il risultato sorprendente che emerge dalla ricerca “L’industria alberghiera nel 2020” realizzata da Peter O’Connor, IDeaS Revenue Solutions, Revinate e SiteMinder. Lo studio combina i risultati di un sondaggio somministrato a centinaia di gestori di hotel in tutto il mondo e quelli di una sessione di brainstorming sul futuro dell’industria, tra esperti albergatori e consulenti, svoltasi durante la World Travel Market (WTM) di Londra nel novembre 2016.

“La ricerca è dedicata a prevedere come saranno i clienti del 2020, e quale tecnologia sarà necessaria per soddisfare le loro esigenze”, afferma Peter O’Connor, docente presso la ESSEC Business School. “Abbiamo voluto chiedere direttamente agli albergatori come immaginino il viaggiatore del futuro e quali siano secondo loro le misure necessarie da adottare per prepararsi ad accogliere questa nuova tipologia di cliente”.

Secondo il professor O’Connor, i partecipanti hanno previsto una clientela altamente sofisticata, alla ricerca di esperienze uniche, con aspettative più elevate e desiderio di riconoscimento. In quanto “figli dell’era digitale”, questi viaggiatori faranno affidamento in primo luogo sui dispositivi mobili, per interagire con gli hotel prima, durante e dopo il loro soggiorno. Flessibilità, valore e controllo saranno fattori determinanti per la scelta di quale prodotto acquistare, e avranno un peso maggiore rispetto all’interazione umana.

Fabian Specht, direttore generale EMEA per IDeaS, dichiara: “Secondo i dati raccolti, l’immagine del cliente del futuro è quella di un viaggiatore più esigente, con maggiore possibilità di scelta e accesso alle informazioni”.

Alla domanda “Di quale tecnologia pensate di non poter fare a meno nel 2020?” gli intervistati hanno elencato soluzioni già in uso in molti alberghi, quali i sistemi di gestione delle entrate, quelli per le relazioni con i clienti, per la gestione immobiliare, il gestore di canali e soluzioni di e-marketing.

Thomas Landen, direttore marketing di Revinate per la regione EMEA, aggiunge, “Questi risultati riflettono quanto quello alberghiero sia un settore conservatore, in particolare quando si tratta di tecnologia. È come se i problemi che preoccupano gli operatori del settore fossero ancora gli stessi che dovevano affrontare dieci anni fa”.

Al contrario, relatori esperti, in gran parte responsabili operativi e consulenti provenienti da Regno Unito, proprietà alberghiere europee e dal settore tecnologico, hanno elencato: software di connessione, intelligenza artificiale (AI), sistemi di apprendimento automatico, di analisi predittiva e il dashboard di gestione. Questi strumenti infatti, permettono di avere una visione più completa del cliente, specialmente se utilizzati insieme a soluzioni di messaggistica e beacon Bluetooth, per stimolare un maggior coinvolgimento.

Secondo gli esperti, uno degli ostacoli principali all’implementazione di questi sistemi nel settore alberghiero è la raccolta di dati a compartimenti stagni, che impedisce di ottenere una visione a 360 gradi del cliente. Altri ostacoli sono relativi al conservatorismo del settore e alle politiche di protezione dei dati e della privacy. In molti paesi infatti, i dati dei clienti che è possibile archiviare sono limitati. Pochi alberghi sono disposti a osare maggiormente; la maggior parte tende a rimanere ancorata a sistemi che sono già ben consolidati sul mercato.

Dai Williams, direttore generale EMEA per SiteMinder, dichiara: “È chiaro che operiamo in un settore che continua ad appoggiarsi a sistemi obsoleti, e spesso costosi, per il supporto tecnologico. La resistenza degli hotel al cambiamento e all’innovazione nuoce al progresso della nostra industria che, invece, riconosce la necessità di tenersi al passo con le esigenze dei consumatori attuali e futuri”.

Per spezzare questo ciclo, secondo i relatori, è necessaria la nascita di una nuova generazione di gestori d’hotel, composta da individui con una mentalità differente, che comprendano la necessità di mettere in atto un sistema di competenze variegato e quindi in grado di adottare e promuovere l’uso di tecnologie all’avanguardia. Questo processo si è già rivelato vincente all’interno di settori quali la vendita al dettaglio e quello bancario.

Contatto media
Maria Franco
+61 410 233 735
media@siteminder.com

Su SiteMinder
Come piattaforma cloud leader per il settore alberghiero, SiteMinder consente agli hotel di attrarre, raggiungere e convertire gli ospiti in tutto il mondo. Lavoriamo con hotel di tutte le dimensioni offrendo soluzioni vincenti per gli indipendenti ed i gruppi, ovunque si trovino nel mondo.

I prodotti di SiteMinder includono The Channel Manager, la piattaforma di distribuzione online del settore; TheBookingButton, il booking engine che permette di ricevere prenotazioni dirette attraverso il proprio sito web, i dispositivi mobili ed i social network; Canvas, la piattaforma intelligente per creare siti web per gli albergatori indipendenti; Prophet, la soluzione che permette di monitorare informazioni di mercato in tempo reale ed infine GDS by SiteMinder, un unico punto di ingresso ad una rete con milioni di agenti di viaggio. Con più di 23.000 hotel clienti, 550 partner nel settore alberghiero, oggi siamo presenti in più di 160 paesi in sei continenti.

Per maggiori informazioni, visita: www.siteminder.com.

Su Revinate
Revinate aiuta alberghi a trasformare i dati dei clienti in profitti. Grazie alla gestione della reputazione, alle indagini sulla soddisfazione del cliente e all’automazione di CRM / marketing di Revinate, gli alberghi possono prendere decisioni di investimento più efficaci, aumentando di conseguenza i ricavi e la soddisfazione dei clienti. Gli investitori primari dell’azienda sono Sozo Ventures, Benchmark Capital, Tenaya Capital, e altri. Con sede a San Francisco e uffici a New York, Amsterdam e Singapore, Revinate conta tra i suoi clienti oltre 30.000 degli alberghi più importanti del mondo.

Per maggiori informazioni, visita il sito www.revinate.com.

Su IDeaS
Con più di un milione di camere con tariffazione quotidiana sui suoi sistemi avanzati, IDeaS Revenue Solutions è leader del settore grazie alle sue innovative soluzioni software per la gestione delle entrate e dei servizi di consulenza. Fondata da SAS®, e con più di 25 anni di esperienza, IDeaS è orgogliosa di servire più di 7.500 clienti in 94 paesi e non smette mai di fornire agli hotel modalità più efficaci per gestire i dati che determinano i prezzi di un albergo.

IDeaS permette ai propri clienti (sia indipendenti che strutture di fama mondiale) di costruire e mantenere una cultura di gestione delle entrate puntando su una semplice promessa: attirare entrate migliori.

IDeaS ha le conoscenze, l’esperienza e la maturità per fornire, grazie ad analisi all’avanguardia e a efficaci principi di gestione delle entrate, più opportunità di guadagno in maniera accessibile, intuitiva e redditizia, non solo per le camere, ma per l’impresa nel suo complesso.

Per maggiori informazioni, visita il sito www.ideas.com.

Thanks for sharing

Sign up to our blog and receive regular updates on the content you're into

Send this to a friend